CONTRIBUTO PER DIGITAL TRANSFORMATION 4.0

/ / Agevolazioni, MISE, PMI
formazione continua regione veneto

Bando Digital Transformation rivolto alle PMI

Con decreto crescita, ( articolo e commi solo su richiesta ) sono stati dunque definiti termini e modalità di presentazione delle domande di agevolazioni, i requisiti e le soglie di ammissibilità : il MISE ha finalmente pubblicato il decreto attutivo

Attività ammissibili e finanziabili

Sono ammissibili progetti diretti alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi mediante l’implementazione di tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0 (advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics) e/o tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera, finalizzate:


1) all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e con i diversi attori;
2) al software;
3) soluzioni per la logistica con elevate caratteristiche di integrazione;
4) ad altre tecnologie: e-commerce, sistemi di pagamento mobile, fintech, electronic data interchange-EDI, geolocalizzazione, in-store customer experience, system integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.

Il valore dei progetti

I progetti devono essere compresi tra € 50.000,00 e € 500.000,00 ed essere avviati dopo la presentazione della domanda di contributo e prevedere una durata non superiore a 18 mesi.

piccole e medie imprese, attraverso le tecnologie di Impresa 4.0 e soluzioni digitali di filiera.

Agevolazioni fino al 50%

Sono concesse agevolazioni fino al 50%: 10% sotto forma di contributo a fondo perduto e 40% come finanziamento agevolato

QUALI SONO I BENEFICIARI

Sono piccole, medie imprese appartenenti al settore manifatturiero, o dei servizi diretti alle imprese manifatturiere e/o nel settore turistico (per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali) e/o nel settore del commercio.

Le imprese devono avere un fatturato superiore a 100.000 € e almeno 2 bilanci depositati.o altre forme di collaborazione

Spese ammissibili

Per progetti di innovazione di processo o di innovazione dell’organizzazione le spese ammissibili sono:
1) Personale dipendente (secondo un costo standard);
2) Strumenti e attrezzatture;
3) Consulenze, licenze, brevetti, know how.


Per i progetti di investimento le spese ammissibili sono:
1) macchinari, impianti e attrezzature tecnologicamente avanzate;
2) consulenza specialistica (massimo 10% dei costi complessivi);
3) programmi informatici in cloud.

  • con capofila un DIH (Digital Innovation Hub) o
  • un EDI (ecosistema digitale per l’innovazione).

I progetti devono essere diretti alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi dei proponenti mediante:

  1. tecnologie abilitanti individuate dal Piano nazionale impresa 4.0

    tecnologie abilitanti individuate dal Piano nazionale impresa 4.0. (advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics) e/o;

  2. tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera, finalizzate:


    1 – all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
    2 – alle piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio;
    3 – al software;
    4 – ad altre tecnologie, vedi tecnologie ammesse.

  3. A tal fine i progetti devono prevedere la realizzazione di:

    essere in grado si sostenere il progetto significa sia in termini economici che in termini pratici per chiuderlo entro i 12 mesi
    1 – attività di innovazione di processo o di innovazione dell’organizzazione, ovvero;
    2 – investimenti

Tecnologie ammesse

  • internet of things
  • geolocalizzazione
  • system integration applicata all’automazione dei processi
  • sistemi elettronici per lo scambio di dati (electronic data interchange-EDI)
  • blockchain
  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e via internet
  • fintech
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • intelligenza artificiale.

Sulla base dei settori ammessi, nell’allegato n. 1 del decreto attuativo sono identificate le attività economiche ammissibili.

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER LE PMI CLICCA QUI

——

Noi Vi forniamo GRATIS la prima assistenza per capire se possiamo muoverci entro i parametri di convenienza nella richiesta dell’agevolazione : consiste nella valutazione del materiale a Vs disposizione !

RICHIEDI UN CONSULTO GRATIS CLICCA QUI!

Perchè dovete rivolgervi a noi .

  1. farsi assistere da personale preparato

    noi abbiamo il personale preparato per seguire il Vs progetto

  2. individuare l’azione a cui si intende presentare il progetto


    individuare l’azione si intende scegliere una delle diversificazioni citate nel bando

  3. essere in grado di sostenere il progetto

    essere in grado si sostenere il progetto significa sia in termini economici che in termini pratici per chiuderlo entro i 12 mesi

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER IL TURISMO CLICCA QUI

QUALI SONO LE SPESE AMMISSIBILI

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER IL TURISMO CLICCA QUI

TEMPISTICHE

QUALI SONO I PASSI PER PRODURRE LA RICHIESTA

Se hai preso visione di quanto suddetto e ritieni di poter rientrare nei benefici del contributo

CLICCA QUI E PRENOTA UN CONSULTO GRATIS ORA!