Formazione a sostegno della Green Transition e della Circular Economy nelle imprese aderenti a fondimpresa

/ / Agevolazioni, Bandi Fondimpresa, PMI
formazione continua regione veneto

Bando Formazione a sostegno della Green Transition e della Circular Economy nelle imprese aderenti a Fondimpresa

Avviso 2-2021 bando di Fondimpresa

Marketing Strategico presenterà un progetto di TRASFORMAZIONE GREEN per l’automatizzazione dei flussi operativi con riduzione della documentazione cartacea e/o la digitalizzazione con sistemi di collegamento Device a bordo macchina e sistemi ERP.

progetti monoaziendali coinvolgendo 15 persone per ore 250

oppure

progetti pluriaziendali coinvolgendo 5 persone ad azienda (100 ore ad azienda)

Avviso n. 2/2021

Formazione a sostegno della Green Transition e della Circular Economy nelle imprese aderenti a fondimpresa”

2 Ambito di riferimento

Il Piano formativo finanziato deve avere ad oggetto esclusivamente i seguenti ambiti:

  1. Progetti o interventi
  2. Progetti o interventi di Trasformazione Green nelle imprese aderenti che riguardano
    • l’introduzione di nuove strategie
    • prodotti
    • e/o processi
    • o un notevole miglioramento di quelli già esistenti, e che richiedono, in una o più fasi della realizzazione, la formazione del personale interessato.

Ciascun Piano formativo può interessare un solo Ambito o una sola delle Macro Aree dell’Ambito A di cui all’articolo 7.

Con riguardo all’ambito A), in virtù della definizione contenuta nella Comunicazione COM (2011) 363 del 20 giugno 2011 secondo cui la Green Economy si configura come

“Un’economia che genera crescita, crea posti di lavoro ed elimina la povertà investendo e salvaguardando le risorse del capitale naturale da cui dipende la sopravvivenza del nostro pianeta”

e sulla base delle politiche di crescita e sviluppo delineate dalle istituzioni europee nell’ambito del New Green Deal, il Piano, può riguardare la formazione dei lavoratori delle imprese aderenti coinvolte nelle seguenti aree tematiche:

  • Tutela della biodiversità e dei servizi eco-sistemici (es. interventi a tutela della biodiversità sui terreni agricoli, interventi di riduzione dell’uso di pesticidi, interventi per un uso efficiente della risorsa idrica, interventi di rigenerazione del suolo, di ripristino delle foreste e delle zone umide etc.);
  • Perseguimento della decarbonizzazione (es. interventi a sostegno dell’efficientamento energetico dei processi industriali e degli edifici, impiego di mezzi/tecnologie a riduzione delle emissioni di CO2 etc.);
  • Riduzione dell’inquinamento (es. utilizzo di “clean tecnologies” nei processi produttivi, adozione di soluzioni “end of pipe”, sviluppo di nuove soluzioni per la riduzione delle emissioni inquinanti etc.);
  • Digitalizzazione green (adozione di sistemi di monitoraggio dell’inquinamento atmosferico e idrico, adozione di soluzioni connesse alle tecnologie IoT per la digitalizzazione e la dematerializzazione dei processi gestionali).

I progetti e gli interventi di Trasformazione Green, con riguardo alle aree delineate, possono riguardare

I progetti e gli interventi di Trasformazione Green, con riguardo alle aree delineate, possono riguardare :

  • soluzioni di processo
  • di prodotto
  • organizzative e legate a software gestionali

il Piano formativo può realizzarsi a livello aziendale o interaziendale, nel rispetto dei requisiti e delle condizioni previste dall’Avviso, con particolare riferimento all’ambito, ai lavoratori destinatari ed alla tipologia di azienda/e di appartenenza, e deve assicurare logiche unitarie nella strategia e nella gestione delle azioni formative.

Il Piano di livello interaziendale è ammissibile esclusivamente se tutte le imprese coinvolte sono direttamente interessate dal medesimo progetto/intervento di Trasformazione Green

il piano, in relazione a tale ambito, può riguardare

  1. la formazione dei lavoratori
  2. delle imprese aderenti coinvolte nell’adozione/ricerca/sviluppo di soluzioni di Economia Circolare, che, nello specifico, dovranno essere riferite a diverse fasi dell’Economia Circolare, secondo un approccio che valorizzi complessivamente l’intero ciclo di vita dei processi e/o dei prodotti in un’ottica di filiera integrata.

Tali fasi, ai fini del presente avviso, si traducono nelle seguenti aree tematiche:

– Approvvigionamento di materie prime (interventi per l’impiego di materie prime provenienti da fonti sostenibili e rinnovabili, azioni volte allo sviluppo di soluzioni di simbiosi industriale etc.);

– Progettazione (sviluppo di soluzioni di eco-design, di soluzioni basate su un approccio di dematerializzazione);

– Produzione (es. interventi per la riduzione del consumo di risorse nel processo produttivo, interventi per la riduzione dell’uso di sostanze chimiche nel processo produttivo, interventi per la riduzione della produzione dei rifiuti derivanti dal processo di produzione, soluzioni di “sharing economy” per la condivisione di impianti/mezzi/strumentazioni per lo svolgimento di attività connesse al processo produttivo, soluzioni volte alla de materializzazione del processo produttivo, etc.);

– Distribuzione/logistica (interventi per la riduzione dei tragitti, impiego di mezzi e tecnologie per la riduzione dei consumi e la gestione efficienti dei siti dedicati alle attività logistiche, sviluppo di soluzioni nell’ambito della “reverse logistic” etc.);

– Consumo/vendita (sviluppo di strategie di vendita basate su modelli “on demand”, sviluppo di strategie di vendita basate su modelli “product as a service”, sviluppo di programmi e servizi di coinvolgimento del consumatore relativamente all’estensione della vita o alla gestione del fine vita del prodotto venduto, etc);

– Raccolta (interventi per il miglioramento delle operazioni di raccolta e deposito dei rifiuti aziendali, etc.);

– Recupero/riciclo (interventi volti a favorire il recupero e il riciclo dei rifiuti aziendali, interventi volti allo sviluppo di soluzioni di simbiosi industriale etc.).

I progetti e gli interventi di Economia Circolare, con riguardo alle aree delineate, possono riguardare soluzioni di processo, di prodotto, organizzative, legate a software gestionali o a nuovi modelli di business;

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER LE PMI CLICCA QUI

——

Noi Vi forniamo GRATIS la prima assistenza per capire se possiamo muoverci entro i parametri di convenienza nella richiesta dell’agevolazione : consiste nella valutazione del materiale a Vs disposizione !

RICHIEDI UN CONSULTO GRATIS CLICCA QUI!

Perchè dovete rivolgervi a noi .

  1. farsi assistere da personale preparato

    noi abbiamo il personale preparato per seguire il Vs progetto

  2. individuare l’azione a cui si intende presentare il progetto


    individuare l’azione si intende scegliere una delle diversificazioni citate nel bando

  3. essere in grado di sostenere il progetto

    essere in grado si sostenere il progetto significa sia in termini economici che in termini pratici per chiuderlo entro i 12 mesi

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER IL TURISMO CLICCA QUI

QUALI SONO LE SPESE AMMISSIBILI

VEDI SUBITO LE STRATEGIE DI MARKETING PER IL TURISMO CLICCA QUI

TEMPISTICHE

QUALI SONO I PASSI PER PRODURRE LA RICHIESTA

Se hai preso visione di quanto suddetto e ritieni di poter rientrare nei benefici del contributo

CLICCA QUI E PRENOTA UN CONSULTO GRATIS ORA!