Il sito web da cui i visitatori non scappano

…ovvero

ottimizzare il sito web attraverso l’usabilità, l’impatto emotivo e il linguaggio

Tempo fa ebbi l’occasione di raccontare a qualche centinaia di nuove imprenditrici come doveva essere un sito web che desse loro visibilità. 
Al termine del mio intervento fui fermata da una quarantina di loro che mi chiesero al volo di fare il check up del proprio sito web. 
Questo interesse mi ha spinto ad approfondire il tema dell’ottimizzazione del sito web dal punto di vista del visitatore. 
Assistiamo spesso a seminari sui molti modi di promuovere i siti web ma ci dimentichiamo che alla base di tutto questo c’è proprio il nostro sito web: 
ci sono svariati motivi per cui il visitatore atterrato sul sito decida che non gli interessa ciò che vede e di passare ad altri competitors. 
Ecco perché in questo workshop  parlo di usabilità ma anche di impatto emotivo e di come comunicare attraverso la pianificazione del linguaggio mettendo in luce pregi e difetti di colori, font , immagini e testi. 
Quello che racconto è mirato a far comprendere come intervenire per migliorare un sito web perché l’utente abbia un’esperienza soddisfacente e non scappi o addirittura si trasformi in un lead (contatto).
Lo scopo principale del mio workshop è far comprendere che bisogna spostare il punto di vista con cui si progetta una pagina web: dalla visione standard aziendale del sito web a quella usabile utente centrica.
– See more at: http://www.smau.it/padova15/schedules/il-sito-web-da-cui-i-visitatori-non-scappano-ottimizzare-il-sito-web-attraverso-lusabilita-limpatto-emotivo-e-il-linguaggio/#sthash.TskkTRDX.dpuf

Cerca